Home > Arcigay Salerno > COMUNICATO STAMPA del 11/04/2017

Il comitato territoriale Arcigay Salerno “Marcella di Folco” a seguito delle dichiarazioni lette nel corso della giornata di oggi offre tutta la solidarietà al gruppo Divercity e al Caffè Verdi, per i violenti attacchi subiti da parte del Popolo della famiglia e dei suoi rappresentanti  salernitani che in queste ore hanno ripetutamente inveito contro il locale e il gruppo con attacchi offensivi e denigratori sui social network. Tale dichiarazioni hanno violentemente attaccato la promozione di una serata LGBT promosse dal gruppo. Il comitato territoriale Arcigay Salerno intende ribadire la libertà di espressione di tutti e la libertà dei ragazzi e delle ragazze omossessuali e transessuali salernitane a vivere il divertimento e l’affettività in totale sicurezza e serenità.

Fermo restando che la comunicazione in oggetto ci è sembrata più provocatoria che blasfema  e fermo restando anche il rispetto per la sensibilità e il gusto estetico di ciascuno, eventuali contrarietà non possono trasformarsi in minacce di manifestazioni evidentemente votate allo scontro come il sit-in che è stato paventato dal Popolo della famiglia in occasione della stessa serata. Chiediamo quindi da un lato il rispetto della libera espressione e dall’altro la tutela e la sicurezza dei momenti aggregativi della comunità LGBT del territorio.

Siamo inoltre persuasi che ancora una volta le strumentalizzazioni di basso profilo non facciano altro che evidenziare la pochezza degli argomenti politici e della rappresentanza numerica di chi le mette in atto. Riteniamo inoltre che queste dichiarazioni non siano frutto della volontà di tutelare ed esprimere la propria Fede, cosa che non ha nulla a che vedere con i fatti in oggetto, ma semplicemente quella di ottenere briciole di visibilità in altro modo impensabili.

 

Invitiamo infine la comunità LGBT e a quanti hanno a cuore le libertà civili di questo territorio ad essere presente alla serata per ribadire ancora una volta la nostra presenza e i nostri diritti manifestando contro chi vorrebbe ridurci al silenzio e al Medioevo.

Seguici e condividi:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Ti è piaciuto questo sito? Dillo a tutti :)