Home > News > Presentazione campagna Arcigay #afarsalernocominciatu
bann

Venerdì 27 maggio alle ore 17.00 presso il bar Verdi, in piazza Luciani, il comitato Arcigay “Macella Di Folco” di Salerno presenta la campagna #afarsalernocominciatu, ed il documento politico che sarà sottoposto ai candidati Sindaco ed ai candidati al Consiglio Comunale per il Comune di Salerno, con la richiesta di un impegno chiaro e concreto su alcuni temi fondamentali per il contrasto alle discriminazioni fondate su orientamento sessuale e identità di genere.
“La politica – ha dichiarato la presidentessa del comitato Arcigay di Salerno Ottavia Voza – è cura e costruzione dello spazio entro cui si muovono i cittadini, inteso non solo come spazio fisico, urbano, ma anche e soprattutto come spazio delle relazioni, della solidarietà, della condivisione e della crescita civile. Se viene meno uno di questi due fini, la politica costruisce città vuote, città senza identità. A noi pare che nel dibattito che si sta sviluppando a Salerno e nelle altre città della provincia intorno alla campagna elettorale si continua a pensare ad una città senza alcuni cittadini, ovvero senza i cittadini della comunità lgbt. Nulla o poco è stato detto infatti sul tema dei diritti civili e delle discriminazioni delle persone gay, lesbiche e transessuali nel nostro territorio. Ecco perché Arcigay “Marcella Di Folco” Salerno, chiede ai candidati alle prossime Amministrative, un impegno chiaro e concreto su alcuni punti”.

Anche il CCR, Coordinamento Campania Rainbow, che riunisce le associazioni ed i movimenti che operano a livello regionale nel campo della promozione e della tutela dei diritti delle persone gay, lesbiche e trans, è intervenuto sulle Elezioni Comunali del prossimo 5 giugno, portando all’attenzione della comunità lgbt e degli elettori, tutti quei candidati provenienti dalla società civile che si sono impegnati nella lotta per il riconoscimento dei diritti civili alle persone lgbt, che hanno deciso di portare tali istanze all’interno dei programmi politici dei candidati a Sindaco nei capoluoghi di provincia in Campania.

“Sostengo questi candidati e invito la comunità lgbt a votarli – spiega Edoardo Palescandolo, presidente del Coordinamento Campania Rainbow – in quanto attivisti del movimento che lottano quotidianamente per i diritti civili ed in queste amministrative hanno deciso di metterci ‘la faccia’ oltre che l’impegno. Inoltre la loro candidatura risulta ancora più incisiva ed importante per il movimento lgbti visto l’inasprirsi del discorso dopo l’approvazione delle legge sulle Unioni civili e le dichiarazioni di quei candidati che ostacolano l’attuazione della legge con dichiarazioni omofobe nonché spesso di natura fascista e razzista”.

Seguici e condividi:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Ti è piaciuto questo sito? Dillo a tutti :)